Lavorare in un ambiente confortevole aumenta la produttività

Studi di marketing in farmacia lo confermano: la ristrutturazione della farmacia farebbe aumentare il rendimento del personale e di conseguenza aumentano le vendite ed il fatturato del 30%

Secondo le regole del “retail” infatti la redditività dell’attività sarebbe più bassa quando il locale non viene rinnovato  per almeno 3 ragioni:

  • Condizionamento o impianti di illuminazione obsoleti aumentano il costo di gestione del locale;
  • Se lo spazio è disorganizzato, non possono essere esposti correttamente ed ordinatamente i prodotti e quindi il cliente acquisterà sempre meno articoli ( giacché non li avrebbe né a portata di mano né sott’occhio!);
  • Una cattiva gestione dei prodotti in magazzino causa uno scarso rendimento del personale, che perde tempo nella ricerca dell’articolo giusto da consegnare al cliente.

Con la ristrutturazione della farmacia, invece, diminuisce il costo di gestione come il costo energetico (dato che verrebbe installato un sistema di illuminazione a led, che abbatterebbe i costi in bolletta); aumenta la produttività del personale, che avendo tutto in ordine

potrà facilmente presentare alla clientela i prodotti in promozione e soprattutto trovare un farmaco o parafarmaco in pochi istanti, ottimizzando i tempi di attesa per il cliente.

Ecco spiegato l’aumento del fatturato di circa il 30%, che permette così di poter rientrare anche delle spese effettuate per l’investimento nella ristrutturazione; ed infine, la clientela sarà maggiormente attratta da una nuova architettura, una farmacia dal design moderno, con conseguente aumento del cosiddetto “valore della azienda farmacia”.

Pianificazione e progetto per la ristrutturazione della farmacia

La ristrutturazione della farmacia generalmente è una scelta “sofferta” ma  anche la farmacia più storica in assoluto infatti prima o poi avrà bisogno di modernizzarsi e rendere l’ambiente più fruibile.

Prima di tutto, però, per ristrutturare a regola d’arte bisogna

  • pianificare i lavori necessari,
  • valutare i costi da sostenere
  • valutare i tempi (tenendo presente che Ph Design ristruttura anche a farmacia aperta)

A questo punto poi si passerà a progettare la ristrutturazione tenendo conto di alcuni aspetti, quali:

  • Abbattere le eventuali barriere architettoniche per i disabili ;
  • Collocare i prodotti sui ripiani suddividendoli per “categorie” (il cosiddetto Category management ) , così da evitare ai clienti la “caccia” al prodotto;
  • Dotare il locale di impianti di sicurezza ;
  • Scegliere un impianto di illuminazione che permetta di avere un ambiente e soprattutto i prodotti illuminati con la giusta luce;
  • Scegliere un arredo moderno e funzionale: largo spazio quindi a cassettiere, frigoriferi ed armadi professionali per tenere tutto in ordine e alla giusta temperatura;
  • Usare espositori sparsi nel negozio per migliorare l’esperienza di acquisto del cliente.

In conclusione, il successo delle vendite passa anche da un lavoro di ristrutturazione, un’opportunità per trasformare la farmacia da ambiente “freddo” in un luogo accogliente dove poter ritrovare la strada del benessere personale.